Quando il Datore di Lavoro può essere RSPP

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, chiamato comunemente RSPP, è una delle figure obbligatorie in azienda e normate, come le altre, dal D. Lgs. 81/08. Il Datore di lavoro è sempre obbligato a nominarlo in tutte quelle attività che abbiano nell’organico almeno un dipendente.

La sua mancata designazione è sanzionata con l’arresto da tre a sei mesi oppure con l’ammenda che oscilla dai 2740 € a 7014,40 €.

Le Regole per la Nomina da RSPP

Il Testo Unico della Sicurezza avvisa il Datore di lavoro che anche lui può ricoprire il ruolo di RSPP, tuttavia può farlo solo in casi indicati dalla normativa come:

  • Aziende artigiane fino a 30 addetti;
  • Aziende industriali fino a 30 addetti (sono escluse le attività di cui all'Art.1 del D.Lgs. 334/99 - Normativa SEVESO: aziende soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica, centrali termoelettriche, impianti o laboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie, per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri, munizioni, strutture di ricovero pubbliche e/o private);
  • Aziende agricole e zootecniche fino a 10 addetti;
  • Aziende della pesca fino a 20 addetti;
  • altre aziende fino a 200 addetti.

Nel caso in cui il Datore di lavoro decida di ricoprire tale incarico, sarà obbligato a seguire un percorso formativo specifico con una durata diversa in base alla classificazione del rischio presente in azienda:

  • Rischio Basso: 16 ore
  • Rischio Medio: 32 ore
  • Rischio Alto: 48 ore

RSPP Esterno

Nel caso in cui il Datore di Lavoro non potesse ricoprire tale ruolo, potrà decidere di nominare un RSPP Esterno all’azienda che possegga i requisiti indicati dalla legge oppure da aziende come il servizio RSPP Esterno che offre la BIO INVENT.

Importante è anche ricordare che, passati 5 anni dal primo rilascio, dovrà comunque procedere ad un aggiornamento della formazione svolta per mantenere la sua funzione da RSPP Datore di Lavoro. Se così non fosse l’azienda risulterebbe scoperta e sarebbe soggetta, in fase di ispezione, alle sanzioni previste dal Testo Unico della Sicurezza.

Approfondimento:

Ti piace questa pagina? Condividila su Facebook!

Alcuni dei nostri clienti

La realizzazione e la promozione online di questo sito sono state curate da TECNASOFT - 2018